Pantelleria

Agosto 2005

In vacanza con 3 amici: Matteo, Homar e Franco

Per come sono andate le vacanze, mi è sembrato assolutamente egoistico tenere tutto per me.

Ecco perchè ho deciso di condividere questa esperienza con voi!! Ragazzi che estate!!

Matteo e Homar hanno trascorso tutto il mese di agosto a Pantelleria, mentre io  e Franco li abbiamo raggiunti solo dopo la metà del mese! Una volta riuniti è cominciata la nostra avventura… tra le onde!

Si perché il mare non è davvero stato clemente! E purtroppo uscire con il gommone è stato possibile sono negli ultimi giorni del mese! Davvero una noia cercare ogni giorn un luogo dove riuscire ad entrare ed uscire comodamente dall’acqua!

Certo, direte voi… perché non si può fare il giro dell’isola… si che si può fare! ma chi conosce l’isola ad agosto sa anche che i luoghi dove raggiungere il mare comodamente non sono molti, se c’è mare grosso si riducono notevolmente e le persone si assemblano!! L’unica soluzione è il gommone o comunque la barca! Dopo settimane intere di maestrale e tramontana la località denominata Martingana oramai era fin troppo “corteggiata”! Ecco perché siamo arrivati al punto di organizzarci con due macchine…

Gli allenamenti non sono mancati… nei ritagli di spazio e di “mare”… ci siamo arrangiati in qualche modo!

In compenso non mi posso lamentare… ho mangiato pesce tutte le sere! Tant’è che un pomeriggio ci siamo guardati tutti in faccia e abbiamo deciso di andare dal macellaio!! Non si può vivere di omega3!! Fanno bene ma dopo un po’ non se ne può più…

Abbiamo organizzato tornei di ping-pong… anche un po’ particolari… vedrete nelle foto!!

Più o meno tutti i giorni qualcuno riusciva a tirare fuori dall’acqua una “cernia della minchia”!! già perché dopo un mese che la mangi tutte le sere con le patate… oppure come sugo della pasta e poi un bel trancio sulla griglia… a scelta!... Insomma… cerchi di darle un nuovo soprannome!!

Il primo giorno utile che siamo riusciti a passare l’intera giornata in mare abbiamo davvero fatto di tutto!!

Battuta di pesca la mattina sulla secca… pesca con la lenza a pranzo… un po’ di riposo… tuffi in constante… ancora un po’ di pesca… e ragazzi… quanta roba che abbiamo portato a casa!!

Vi racconto la nostra avventura con il “mostro”!!! già perché … abbiamo creato un mostro!

Di fronte alla secca di Nicà quel giorno, in una caletta nei pressi, c’era la barca di un signore che visto i risultati della sua pesca… decide di smettere!

Arriviamo noi… ancoriamo, ci tuffiamo, ci togliamo la muta… io purtroppo per pudore non posso mostrarvi le foto dell’accaduto, non per altro… ma non avevo il pezzo di sopra del costume… e non è carino mostrare certe “cosette” sul sito!

Insomma, Franco mi appronta con un po’ di filo e due ami… una meravigliosa lenza!

Un po’ di pane e due gamberetti rubati a un pescatore in porto prima di partire… e già volevo pescare il mondo! Insomma… butto l’amo proprio di fronte alla prua della barca del villeggiante… e dopo pochi minuti abbocca un pagro (un denticiotto “della minchia”)!!! Una grande cattura… se vedeste la lenza!!!

Non vi dico la faccia del signore della barca di fronte!!?? Non credeva ai suoi occhi!! (e manco io per la verità!!)

A questo punto Matteo… ha una folgorante idea!! Attacchiamo alla lenza il sarago pizzuto da 2 kg che ha preso Franco nella battuta di pesca precedente e facciamo la finta!!

Non vi dico la nostra finta… e non vi dico la sua faccia… Buttiamo il pesce in acqua… aspetto 30 secondi, e poi urlo “è grosso!” “AIUTO!” mi sega le mani (del resto aveva la lenza in mano… “datemi un asciugamano, se no mi taglio! Lo perdo!”!! Matteo e Franco a questo punto si buttano sulla lenza e cominciano a fare una finta incredibile!!

Dopo un “combattimento” di 3 minuti finalmente riescono a issare il pesce in gommone!! Ovviamente nascondendo il rigor mortis dello stesso!

Non vi dico la faccia del tipo! Dopo il pagro aveva tirato fuori la lenza anche lui! Ma dopo il pizzuto ha tirato fuori pure la moglie e la figlia con tre canne!!!

E non finisce qui!! Fatta anche la finta foto… Matteo dice… attacchiamo la cernia!!!

Vi giuro che ci siamo cappottati dal ridere!!

La cernia non siamo riusciti ad attaccarla! Non ce l’abbiamo fatta!! Facevamo troppo ridere già così!! Devo precisare che la cernia era una bestiolina di 6 kg circa… non potevamo fargli questo!! Però non eravamo ancora pienamente soddisfatti… e allora abbiamo attaccato alla lenza anche il pappagallo da 1,5 kg che aveva catturato Homar!! Non vi dico il ridere!! Il personaggio oramai era andato alle cozze!! Urlava cose incredibile alle due povere donne della barca che dovevano correre da tutte le parti, e ovviamente non erano capaci di fare nulla!!

Vi giuro che stiamo ancora ridendo!! Ma la storia non finisce lì… nei giorni a seguire… il pescatore… era sempre nella stessa caletta! Tutti i giorni a seguire sempre con un paio di canne… era leggermente spostato dalla posizione di quel giorno… era, diciamo, un po’ più spostato verso la nostra posizione!

Abbiamo creato un mostro!! E… mamma mia quanto ridere!!!

Consiglio a tutti di fare almeno una volta nella vita uno scherzo simile!! Vi giuro che vi fa stare davvero bene…

Ma adesso passiamo un po’ alle foto… e qualche video!!

 

Pantelleria 2005 2

 

Home Chi siamoDiarioNewsRaccontiAlbumVideo

SUPERNEW ForumCorsiLinkGuestbookContattiCredits

                                                                                                    sito realizzato da: Blumood