LAGO DI GARDA

DESENZANO

8 OTTOBRE 2006

 

Questa volta c’ero!! Eccome se c’ero!!!

Io e Franco partiamo da Lignano dopo una settimana di durissimo lavoro fisico e mentale per entrambe a causa del corso istruttori AA cui abbiamo partecipato, lui come allievo, io come istruttore. Una settimana di allenamenti abbastanza duri per testare il livello di preparazione atletica dei partecipanti e per insegnargli anche a organizzare corsi e allenamenti specifici.

Insomma partiamo venerdì sera. I partecipanti al campionato avevano avuto tempo di preparare da giovedì mattina. Le condizioni del lago erano pessime!!

A causa della posizione del campo gara in “basso lago” all’altezza di Desenzano le varie correnti e il cattivo tempo avevano movimentato troppo il fango e in acqua la visibilità era di 50 cm scarsi.

Giovedì e venerdì poi, entrare in acqua è stata davvero un’impresa eroica! Il nostro Simone ci teneva informati sul tempo ma le notizie erano davvero sconfortanti!

E così sabato mattina finalmente prendiamo il gommone e ci avviamo per il campo gara!

Lago piatto! E visibilità ZERO!! Fantastico… in cerca di anguille e tinche di cui non si vede e non si sente manco l’ombra! Preparazione uguale a zero. Poi ad un certo punto un pescatore con la canna ancorato su di un punto ci fa venire l’illuminazione. Franco lo conosce, lo andiamo a trovare!! Prendiamo il punto GPS… appena se ne va… facciamo un tuffetto da quelle parti!!! E che parti!!! Non lo sapevamo cosa faceva restare lì quei persici… ma intanto c’era qualcosa!!!

La mattina dopo… una mattinata da panico!!!! Un lago davvero incazzato… io che non trovo più le mire… che poi in un attimo di lucidità tornano fuori… credo davvero Franco mi avrebbe ucciso!!!!!!!

Sale il commissario… sembra sia tutto a posto…. Peccato che soffre il mal di mare! O per l’occasione, il mal di lago!!

Insomma… la mattinata presagiva una pessima giornata, soprattutto per me che stavo in gommone! Per fortuna poi i tesserini del mosaico tornano a posto: ritrovo le mire, assesto gli adesivi, preparo i fucili e il lago si incavola ancora di più.

Partiamo sulle anguille… c’erano ieri e dovranno anche esserci oggi!

Arriviamo a 4 e poi ci spostiamo… proviamo ad andare da un paio di anguille dall’altra parte del campo gara… purtroppo la visibilità è davvero ZERO!!! Neanche 5 cm per riuscire a vedere qualcosa, niente da fare, meglio andarsene. Passiamo sopra ai persici di ieri. Che facciamo? Prova a fare un tuffo, non si sa mai! E zac…. Eccolo che risale con una tinca!! Ma che c’entra? Non si sa… che ci fa da queste parti? Mah! Ancora zac… il persico più grosso del branco!! E vai!!! Siamo messi bene ora… 6 pezzi e tanta carica… per tutti meno che per il commissario oramai verde (forse dalla rabbia, ma credo più per il vomito!)

Ci spostiamo e andiamo a tinche… ma di tinche neanche l’ombra!!! Niente di nulla! Torniamo dai persici… lì qualcosa c’era…

E zaccccc…. Intuizione pagata… un cavedano da 2,7 Kg!!! 3700 punti così!!! Panico… il pesce è sparato male… Franco mi urla e mi chiede il secondo fucile… il lago incazzato, il commissario che vomita controvento… non vi dico!! Arrivo su Frank.. gli lancio il fucile… (manco fosse una ricciola!!!!) e lo incito con frasi davvero irripetibili!! Ed eccolo… il cavedano, più grosso della tinca, è a bordo! Che bello!!!

Ma arriva voce che Pedersoli ha 4 tinche e 2 scardole… è in testa!! Le tinche pesano di più!

Uffa!!! Arriva Bresciani che trova i persici… si stupisce che siano tutti piccoli e soprattutto del fatto che anche noi siamo lì!!! Ma quando l’abbiamo trovato il relitto??!!! Stamane!!! La rabbia si legge nei suoi occhi… gli dico di non andarsene, è comunque un posto buono… ma è troppo incazzato!! Se ne va!

Dopo un po’ decidiamo di farlo anche noi!

Torniamo ad anguille! Franco racconta a Palazzo delle sue prede ed io mi prendo della bugiarda da tutti perché avevo mentito!! CAZZONE (non gliel’ho ancora detto in privato, ma lo faccio qui… così controllo anche se legge!) Già cazzone, perché così i compagni di squadra di Migliorati che voleva vincere… gli cominciano a pescare in testa!! Non so se mi spiego, ma quando uno che ha fatto cappotto per tutto il giorno ti comincia a pescare davanti al naso e ad ogni tuffo scende prima di te e ti prende i pesci sotto il naso… cazzo se ti fa incazzare! Intanto il commissario è KO!! Oramai non parla più!

Franco fa davvero fatica a ventilare per fare i tuffi a 24 metri… è teso!!

Arriviamo a 9 pesci e lì stiamo!! La penultima anguilla è un po’ piccola… facciamo 8!!!

Contro gli 8 pesci giganti di Pedersoli… la vediamo dura!

Ci consultiamo un secondo e decidiamo di mettere via il pesce!! Per quest’anno ci accontenteremo del 4 o 5 posto!

Peccato ci tenevamo così tanto!!

Ma non finisce qui… chiediamo un passaggio ad Armando per andare alla premiazione. Mesti e tristi arriviamo al ristorante dove stanno cominciando la pesatura.

Che sfiga!! Ma Andrea e Demis non la pensano così! Ci vengono incontro con un sorriso incredibile! Che cavolo… avete 9 pezzi! E per di più ci sono 4 specie!! Franco hai vinto… non ci credo… ma va!! C’è quell’anguilla sotto peso… ma va!! Non può essere! Mi tremano le gambe… se così fosse sarebbe davvero uno shock! Abbiamo pure lasciato la macchina foto in gommone, perché tanto… che cretini!!

Adesso cominciamo a tremare! Almeno io, Franco invece c’è abituato! Abituato alla tensione!

Pesano Pedersoli… è primo!! Bravo! Poi è il turno di Migliorati… è lui il primo! Un sacco di punti e tanti pesci! Anche lui ne ha 8 ma le sue tinche sono più grosse! ed ha pure le anguille! Uffa… perché sperare? Perché 4 specie sono 4000 punti e lui è a 8000 e qualcosa al primo posto… cavoli che tensione!!

Speriamo in bene! Pesano Franco…. L’anguilla entra! Eccome se entra di 114 grammi… non male! Franco si gira verso di me stringe il pugno in segno di vittoria!!! Ci scambiamo un’occhiata veloce! A quel punto il suo cervello comincia a fare calcoli!!! Esce il cavedano dal sacchetto! Non so se per lo stupore o per lo spavento, ma cala un profondo silenzio! Franco si gira, mi guarda e con gli occhi mi dice: ma quanto cazzo è grande quella bestia!!

Io a sguardi gli rispondo… te lo avevo detto!

Esce la tinca… nulla di fatto… ma sempre maggiore il silenzio!!!! Nessuno ci può credere ma in cuor loro tutti gli spettatori si stavano a poco a poco convincendo che erano di fronte ad una pescata incredibile!!! Esce infine il persico dal sacchetto! Un boato si leva… forse era un “noooo, non è possibile!!” o forse un “noooo, non ci posso credere!!!” fatto sta che io ho cominciato a gongolare!!!!

Pesano il persico… !!! Franco conta… arriva a finire i conti 15 minuti dei giudici!

Praticamente 10 secondi dopo la fine della pesatura!

Si alza in piedi e urla!!!!!!!

Che dire!!! Ero senza parole. Seduta su un muretto che spappolavo la mano a Roberto! Vederlo così felice, mi ha riempito il cuore di un’emozione incredibile!!!

Ha vinto… abbiamo vinto!!!

I suoi compagni di club gli saltano addosso… il resto del mondo non esiste più e comunque è in silenzio!!! Un silenzio davvero incredulo!

L’urlo di gioia di Frank gli ha fatto capire che dovevano stare zitti!!!!!!

L’anno scorso non abbiamo partecipato alla finale! L’anno scorso ci hanno squalificato. Hanno fatto ricorso perché io durante la preparazione ero in gommone a leggere e dormire! Ci hanno fatto capire che avevano paura di noi! Ci hanno fatto capire che volevano toglierci di mezzo perché volevano vincere loro!! E va bene!!! Anzi benissimo. Colui che ha firmato il ricorso l’anno scorso, quest’anno è arrivato ultimo!!!

Sapete cosa vi dico? Credo nella giustizia divina! Credo nel duro lavoro! Credo nel colpo di culo che ogni tanto arriva anche a noi!! Credo nei miei sentimenti puri! Credo che Franco sia un grandissimo pescatore e ancora migliore agonista!!!

Franco è campione italiano di pesca subacquea! Ha dimostrato a testa bassa e a bocca chiusa chi è il migliore!!!!

 

L’anno prossimo andiamo a fare i campionati al mare!!!! Evviva!!!

 

Grande Franco!!!!

 

pagina 2

 

Home Chi siamoDiarioNewsRaccontiAlbumVideo

SUPERNEW ForumCorsiLinkGuestbookContattiCredits

                                                                                                    sito realizzato da: Blumood