Francia luglio 2005

Pazzi come non mai, a luglio decidiamo di andare in Francia per il weekend.

Partiamo in 4 con la macchina di Franco... non vi dico quanto era carica!!

C'era di tutto sopra! 8 paia di pinne, mute a volontà e una quantità incerta di fucili, che se per caso ci fermava la stradale... a parer mio qualche storia ce l'avrebbe fatta! Ma come diceva il saggio... l'importante è non fermarsi!

Insomma partiamo un venerdì mattina... che doveva essere molto presto ma che alla fine... dicono per colpa mia... ma non so di preciso chi fosse più in ritardo... io o loro che non avevano calcolato il tempo di carico e organizzazione dell'auto! Insomma alla fine riusciamo a partire, anche se a tutt'oggi mi chiedo come avessi fatto a salire su quell'auto!

Partiamo e subito ci fermiamo per una sosta ai box! del resto così pigiati non si poteva certo pretendere di non comprimere anche le vesciche!!

 

Una nota di colore… era il primo viaggio organizzato con quei “tipi”!! e non vi dico quante ne ho viste!! La destinazione finale era casa Circosta! Reduce dal mio splendido e rinvigorente soggiorno dell’anno scorso, avevo promesso alla padrona di casa che avrei portato la pasta fatta in casa! E così ho fatto! Solo che la macchina era a dir poco piena e farci stare le tagliatelle nei vassoi… con la farina… e per di più con l’esigenza di farle arrivare almeno in una certa quantità da farci una cena… bhè è stata un’impresa davvero ardua!!

Ma alla fine siamo arrivati!! E tutta la famiglia ci ha fatto davvero una gran festa!!

Io ovviamente mi sono subito raccomandata con i ragazzi di non prendere pesci troppo grossi… non avremmo potuto starci tutti durante il viaggio di ritorno…. Per quanto mi riguardava… nessun pericolo!! Io tanto avevo una sfida in sospeso con qualche sarago… sfida per altro ancora molto… “sospesa”!!!!

 

Venerdì ovviamente… preparazione dei fucili, delle mute…

Tutto pronto per sabato!!! E che sabato!!! Partiamo per l’isola di Porquerolles… e programmiamo di pescare il più possibile!!

Io ovviamente inseguo i miei saraghetti della minchia!! Che giornata e che gruppo!!

Bollettino della giornata… saraghi… un polpo grosso… una leccia… orate… qualcuno vede qualche dentice, ma molto, troppo da distante… e… un bel cappotto!! Ovviamente da parte mia!!! Che appena entro in acqua mi accorgo che i pantaloni da 3 mm non reggono poi così tanto bene il freddo… forse perché lo squarcio sul ginocchio… e va bè mi rifarò domani!!

La sera cucino le tagliatelle con un sughino di pesce di mia invenzione (al momento ne ho fatto uno con i pescetti e le minutaglie)!! E devo dire che la soddisfazione e i numerosi bis mi hanno rinfrancato della giornata senza prede!

 

In effetti domenica è stata una giornata fantastica!! Siamo partiti presto per l’isola di Levante! Un parco marino protetto… ovviamente non tutta! Levante è uno spettacolo della natura! Correnti forti.. bel pesce! Anche se come si può osservare oramai quasi in ogni angolo del mediterraneo… il pesce è schizzato! Impossibile da prendere… ma io non faccio testo!! Se magari qualche pescatore avrà voglia di raccontare… vi farò sapere!!

Peschiamo fino a tardi e le prede, anche belle… sono state numerose!! Io giuro ero davvero preoccupata!! Come facevamo a tornare a casa???

Decidiamo di cenare a casa Circosta e qualcuno del gruppo di cui non farò i nomi per rispetto nei loro confronti decide di mangiare a più non posso il famoso “porro” piccante di casa Circosta servito con il formaggio!!

Ho chiesto più volte, durante il viaggio, il silenzio!! Certi odori erano davvero insopportabili!! Per fortuna si sono addormentati tutti alla svelta… io guidavo e solo ogni tanto il passeggero di fianco mi alitava in faccia…

Ma sorvoliamo!!

Home Chi siamoDiarioNewsRaccontiAlbumVideo

SUPERNEW ForumCorsiLinkGuestbookContattiCredits

                                                                                                    sito realizzato da: Blumood